Escursione estiva al
Piz Sesvenna

3204 m

Il Piz Sesvenna Ŕ molto apprezzato per la stupenda escursione scialpinistica che offre in inverno, ma anche la non eccessivamente impegnativa escursione estiva sul dolce ghiacciaio sul versante svizzero offre un'affascinante incontro con queste incantevoli montagne.



 

Escursioni in zona descritte

Gola Uina
la via dei contrabbandieri

Giro ad anello al Piz Lischana
e ai Laghetti di Rims

F÷llakopf
Rifugi
Rifugio Sesvenna
Rifugio Lischana






 

                INFORMAZIONI SULL'ESCURSIONE
Partenza: Slingia 1738m in alta Val Venosta (Alto Adige) o Sur En nell'Engadina Bassa presso Ramosch.
Salita al rifugio: Da Slingia proseguiamo per la valle verso nord sulla confortevole stradina che porta prima alla Malga di Slingia e prosegue poi verso la Croda Nera, una barriera naturale che tronca la valle. Qui saliamo sulla destra lungo il largo sentiero che in prossimitÓ della Croda Nera si fa un po' pi¨ ripido. Poi segue nuovamente un tratto pianeggiante dove intravediamo giÓ il vicino rifugio Sesvenna 2256m.
Salita: Dal rifugio seguiamo il sentiero n.5 ben tracciato in direzione ovest fino alla larga Forcella Sesvenna (Fuorcla Sesvenna) 2819m. Ai piedi della forcella, che per la prima volta ci schiude la veduta del Piz Sesvenna, incontriamo lo stupendo laghetto della Forcola nelle cui acque cristalline nelle prime ore mattutine si specchia la rocciosa sagoma del F÷llerkopf. Pi¨ sotto intravediamo un altro laghetto dal blu profondo: il Kloanberglsee ai piedi del F÷llakopf (o anche lago F÷lla, che per˛ sulle cartine viene inopportunamente indicato come lago Sesvenna). Dalla panoramica Forcella Sesvenna, dove fra l'altro Ŕ facile incontrare stambecchi, scendiamo verso ovest in direzione della Vedretta del Sesvenna per circa 80 metri. Dopo aver messo i ramponi ed essersi legati alla corda, saliamo per il ghiacciaio, che nel primo tratto presenta una rampa di media ripiditÓ, poi invece prosegue dolcemente fino alla cresta est, nella forcella fra il Piz Sesvenna e il Foratrida. Per la cresta ben percorribile e composta per la maggior parte di blocchi di roccia raggiungiamo la panoramica vetta.
Dislivello: dal rifugio ben 1000 m
Tempi di percorrenza:
rifugio - Piz Sesvenna 3,5 ore (salita)
                                 Slingia - rifugio Sesvenna 1,5 ore
Indicazioni/difficoltÓ: Il ghiacciaio non Ŕ particolarmente impegnativo. Ci sono per˛ alcuni crepacci e pertanto Ŕ necessario avere la corda. Naturalmente servono assolutamente anche i ramponi. La cresta sommitale richiede passo sicuro, non Ŕ per˛ particolarmente impegnativa. L'intero itinerario Ŕ ben visibile e fuori dal ghiacciaio Ŕ ben segnalato. 

Cartine:
Tabacco Val Venosta / Sesvenna 1:25.000 Nr.044  -   Kompass Val Venosta 1:50.000 Nr.52